"Circolo Tennis" in L'Aquila - Lighting design of the tennis Field N.1 "Marino Bon"

Circolo Tennis L’Aquila – Illuminazione campo N.1 “Marino Bon”

"Circolo Tennis" in L'Aquila - Lighting design of the tennis Field N.1 "Marino Bon"

Dettagli

cod.: 02TNN07
Attività – work: Progettazione e Direzione lavori di impianto di illuminazione – Lighting system design and work management
Committente – Client: A.S.D. CIRCOLO TENNIS L’AQUILA “Peppe Verna”
Impresa esecutrice – Building company: OPERA COSTRUZIONI SRL
Collaborazione – Partnership: –


L’attività ha riguardato la Progettazione dell’impianto di illuminazione e lighting design dell’area di gioco campo da tennis N.1 “Marino Bon” presso il Circolo Tennis L’Aquila in sostituzione di quello esistente ormai obsoleto con adeguamento agli standard moderni di illuminamento (con schema di rilevamento secondo circuito ATP challenger).

L’intervento in oggetto deve quindi intendersi come un adeguamento su di un contesto esistente e pertanto legato a vincoli planimetrici e della complessiva progettazione originaria della struttura databile agli anni 1930 finalizzata originariamente ad un uso pubblico di tipo prettamente locale. Tali condizioni, unite a necessarie considerazioni di razionalità dell’investimento, hanno determinano necessariamente la definizione di una soluzione in cui si sono privilegiati:

  • il rispetto della Normativa Regionale contro l’inquinamento luminoso
  • l’uniformità dell’illuminamento
  • il confort visivo per i giocatori

A favore della fruibilità del campo anche in condizione di utilizzo dilettantistico ove il livello di illuminamento medio richiesto è inferiore (Norme CONI 99: 200 lux – livello 1 incontri in assenza di pubblico, allenamenti) e quindi sia al fine del risparmio energetico sia di parzializzazione del sezionamento per il mantenimento del servizio anche in condizioni di manutenzione / guasto temporaneo è stata prevista una linea per ogni 4 proiettori (uno per palo e quindi, essendo 3 proiettori per palo, un complessivo di 12 linee di alimentazione).

I proiettori scelti sono stati del tipo tipo GEWISS – SERIE STADIUM – GW84668  con un flusso  di 190000 lm ciascuno e prevedono l’utilizzo di lampada a scarica di potenza 2000W.

Elemento innovativo e che fa dell’intervento un esempio assolutamente rilevante nel panorama dei sistemi illuminazione per i campi sportivi è l’utilizzo di pali ribaltabili quale soluzione ottimale, sia per la riduzione dei tempi di posa (in quanto elemento in due parti più ridotte da assemblare e quindi più facilmente posizionabili) e soprattutto in termini di risparmio sui costi successivi delle operazioni di manutenzione (vedasi ad es. la sostituzione lampade che non richiedono l’utilizzo di piattaforme elevatrici) e quindi a favore della sicurezza degli operatori.

Nello specifico si è scelta una tipologia a palo ribaltabile bilanciato, ad azionamento manuale tipo TECNOPALI mod. RB 14-B – sistema MR in S335JR (Fe 510B) UNI EN 10025, dia. base 300/5, testa 96/4 mm, costituito da:

  • altezza fuori terra 14 m;
  • stelo a sezione ottagonale provvisto di gruppo cerniera con perno di rotazione;
  • elemento ribaltabile saldato al tronco superiore;
  • sistema di bloccaggio alla base del palo;
  • piastra di base e tirafondi;
  • fune di movimentazione in nylon;
  • traversa portaproiettori

 

Design of the lighting system of the tennis field N.1 “Marino Bon” at the Circolo Tennis L’Aquila to replace the existing obsolete one with adaptation to modern standards of illuminance (with detection scheme according to ATP challenger network).
The intervention in question must therefore be understood as an adaptation of an existing context and therefore linked to constraints planimetric and the overall original design of the structure dating back to the 1930s originally aimed at a public use of a purely local type. These conditions, together with the necessary considerations of rationality of the investment, necessarily determine the definition of a solution in which they are privileged:

compliance with the Regional Regulations against light pollution
uniformity of illuminance
visual comfort for players

Fo the usability of the tennis field even in conditions of amateur use where the average level of illuminance required is lower (CONI 99 Standards: 200 lux – level 1 meetings in the absence of the public, training) and therefore both for the purpose of energy saving and partialisation of the sectioning for the maintenance of the service even in conditions of maintenance / temporary failure, it was provided with a power line for each 4 projectors (one per pole and then, being 3 projectors per pole, a total of 12 power lines).
The projectors chosen were GEWISS – SERIE STADIUM – GW84668 with a flux of 190000 lm each and  a 2000W discharge lamp.
An innovative element that makes the intervention an absolutely important example among the lighting systems for sports fields is the use of tilting poles as an optimal solution, both for the reduction of laying times (as an element in two parts that are smaller to assemble and therefore easier to position) and above all in terms of savings on the subsequent costs of maintenance operations (see, for example, the replacement of lamps that does not require the use of lifting platforms) and therefore in favour of the safety of operators.
Specifically, we have chosen a type of balanced tilting pole, manually operated type TECNOPALI mod. RB 14-B – MR system in S335JR (Fe 510B) UNI EN 10025, base dia. 300/5, head 96/4 mm, consisting of:

height 14 m;
octagonal section stem equipped with hinge unit with rotation pin;
tilting element welded to the upper trunk;
locking system at the base of the pole;
base plate and anchor bolts;
nylon handling rope;
headlamp support crossbar

Torna all'Archivio Progetti