Block Viale Persichetti in L'Aquila

Condominio Viale Persichetti a L’Aquila

Block Viale Persichetti in L'Aquila

Dettagli

cod.: R017DGM09
Attività – work: Progettazione, Direzione Lavori e Coordinamento Sicurezza opere di demolizione e ricostruzione – Design, works management and Coordination Safety of demolition and reconstruction works
Committente – ClientCONDOMINIO PERSICHETTI
Impresa esecutrice – Building company: F.LLI ETTORE & CARLO BARATTELLI SRL
Collaborazione – Partnership: STUDIO DI PROGETTAZIONE PLAN9


L’edificio, soggetto a demolizione e ricostruzione, è stato realizzato agli inizi degli anni ‘70 nella zona ovest della città di L’Aquila (AQ), sul Colle del Belvedere. L’intervento rappresenta un punto di equilibrio fra gli obblighi di adeguamento normativo ed i vincoli stringenti di contesto della città consolidata. Le nuove forme di progetto presentano una nuova maglia strutturale più regolare e una rivisitazione completa dell’apparato decorativo. L’edificio è di grande impatto paesaggistico, per la posizione dominante che ha sulla città, e nel fronte principale mostra un disegno di architettura organica che consente un inserimento armonico nel profilo del colle.

Il sitema architettonico di facciata assume una forma di completamento organica dalla colorazione prevalente scura (ispirata alle tonalità naturali della terra, della roccia e della vegetazione che riveste completamente l’edificio contribuendo a mitigarne l’impatto volumetrico sullo skyline cittadino quasi a mimetizzarsi dietro la sottostante collina Belvedere.
Il sistema si propone quindi come forma architettonica compiuta capace di sommare coerentemente i singoli elementi di facciata del fabbricato (ringhiere, fioriere, frangisole, ecc.). Esso assume così il carattere “organico” di un graticcio vegetale che dalle radice aggrappate sulla roccia (il travertino del portico-basamento) ramifica (elementi verticali marroni), foglia (pannelli verdi) e avvolge definitivamente la copertura del fabbricato per aprirsi sfrangiato verso il cielo, come a proseguire idealmente la scarpata vegetale della collina del Belvedere su cui il fabbricato rinasce dopo il terremoto del 2009.

The building, demolished and reconstructed, was built in the early 1970s in the western part of the city of L’Aquila (AQ), on the Collina Belvedere. The project represents a balance between the regulatory compliance obligations and the constraints of the city context. The new design has a new, more regular structural mesh and a complete overhaul of the decorative apparatus. The building has a great landscape impact, due to its dominant position over the city, and the new main front shows a design of organic architecture that allows a harmonious insertion into the profile of the hill. The system is therefore proposed as a complete architectural form able to consistently sum up the individual elements of the building’s facade (railings, flower boxes, sunshades, etc..). It thus takes on the “organic” character of a vegetal lattice that from the roots clinging to the rock (the travertine of the portico-base) branches (vertical brown elements), leaves (green panels) and definitively wraps the roof of the building to open up, frayed towards the sky, as if to ideally continue the vegetal slope of the Belvedere hill on which the building was reborn after the earthquake of 2009.

Costruzione

La struttura del nuovo fabbricato è definita in telaio in cemento armato. Risulta anche modificato il piano di fondazione per esigenze statiche. La copertura è a falde del tipo ventilato con interposto elemento termoisolante. I rivestimenti esterni sono in pietra, travertino classico di Tivoli, con tagli e forme differenti.
Il sistema architettonico di facciata assume una forma di completamento organica caratterizzata da una colorazione prevalente scura, ispirata alle tonalità naturali della terra, della roccia e della vegetazione, che riveste completamente l’edificio contribuendo a mitigarne l’impatto volumetrico sullo skyline cittadino, quasi a mimetizzarsi dietro la sottostante collina Belvedere. Il sistema si propone come forma architettonica compiuta, capace di sommare coerentemente i singoli elementi di facciata del fabbricato: ringhiere, fioriere, frangisole. Esso è realizzato con la forma di un graticcio vegetale che dalle radici aggrappate sulla roccia (rappresentato dal travertino del portico-basamento) ramifica con elementi verticali marroni e mette le foglie (costituite da pannelli verdi).

The structure of the new building is by reinforced concrete frame. The foundation floor is also modified for static requirements. The roof is ventilated type with insulating elements. The exterior cladding is in stone, classic Travertino marble from Tivoli, with different cuts and shapes.
The architectural façade system takes on a form of organic completion characterised by a prevalent dark colour, inspired by the natural tones of the earth, rock and vegetation, which completely covers the building, helping to mitigate its volumetric impact on the city skyline, almost camouflaging behind the Collina Belvedere below. The system is proposed as a new complete architectural shape, capable of coherently summing up the individual elements of the building’s facade: railings, flower boxes, sunshades. It is made of the shape of a plant that from the roots clinging to the rock (represented by the Travertino marble of the porch-based) branching with vertical brown elements and puts the leaves (consisting of green panels).

Risparmio energetico

Riguardo alle caratteristiche energetiche ed impiantistiche, un sistema centralizzato a pompa di calore alimenta gli impianti termici delle residenze. Gli infissi esterni di tutti gli alloggi sono in alluminio, completi di vetrocamera a basso potere emissivo. È inserita una dotazione adeguata di pannelli fotovoltaici architettonicamente integrati, nascosti alla vista dal profilo sagomato della copertura.

About energy characteristics, a centralized system of heat pumps supplies the residence’s heating machinery. The external window frames for all of the lodgings are in aluminium with double glazed and low emissive glasses. Architecturally integrated photovoltaic panels have been installed, hidden from view by the shaped profile of the roof.

Torna all'Archivio Progetti